Translate

venerdì 1 ottobre 2021

🔸 «Autobiografia» di Santa Teresa di Gesù Bambino - vergine -

 


⚜️ Siccome le mie immense aspirazioni erano per me un martirio, mi rivolsi alle lettere di san Paolo, per trovarvi finalmente una risposta. Gli occhi mi caddero per caso sui capitoli 12 e 13 della prima lettera ai Corinzi, e lessi nel primo che tutti non possono essere al tempo stesso apostoli, profeti e dottori e che la Chiesa si compone di varie membra e che l’occhio non può essere contemporaneamente la mano. Una risposta certo chiara, ma non tale da appagare i miei desideri e darmi la pace.


Continuai nella lettura e non mi perdetti d’animo. Trovai così una frase che mi diede sollievo: «Aspirate ai carismi più grandi! E io vi mostrerò una via migliore di tutte» (1Cor 12,31). L’Apostolo infatti dichiara che anche i carismi migliori sono un nulla senza la carità, e che questa medesima carità è la via più perfetta che conduce con sicurezza a Dio. Avevo trovato finalmente la pace.


Considerando il corpo mistico della Chiesa, non mi ritrovavo in nessuna delle membra che san Paolo aveva descritto, o meglio, volevo vedermi in tutte. La carità mi offrì il cardine della mia vocazione. Compresi che la Chiesa ha un corpo composto di varie membra, ma che in questo corpo non può mancare il membro più necessario e più nobile. Compresi che la Chiesa ha un cuore, un cuore bruciato dall’amore. Capii che solo l’amore spinge all’azione le membra della Chiesa e che, spento questo amore, gli apostoli non avrebbero più annunziato il vangelo, i martiri non avrebbero più versato il loro sangue. Compresi e conobbi che l’amore abbraccia in sé tutte le vocazioni, che l’amore è tutto, che si estende a tutti i tempi e a tutti i luoghi, in una parola, che l’amore è eterno.


Allora con somma gioia ed estasi dell’animo gridai: O Gesù, mio amore, ho trovato finalmente la mia vocazione. La mia vocazione è l’amore. Sì, ho trovato il mio posto nella Chiesa, e questo posto me lo hai dato tu, o mio Dio.


Nel cuore della Chiesa, mia madre, io sarò l’amore e in tal modo sarò tutto e il mio desiderio si tradurrà in realtà.


martedì 21 settembre 2021

Preghiera di lode

lunedì 20 settembre 2021

Preghiera di intercessione 🙏❤

mercoledì 15 settembre 2021

❣️I SETTE DOLORI di MARIA❣️




 15 SETTEMBRE

BEATA VERGINE MARIA ADDOLORATA


❣️I SETTE DOLORI di MARIA❣️

 La Madre di Dio rivelò a Santa Brigida che, chiunque reciti sette "Ave Maria" al giorno meditando sui suoi dolori e sulle sue lacrime e diffonda questa devozione, godrà dei seguenti benefici:


•La pace in famiglia. •L’illuminazione circa i misteri divini. •L'accoglimento e la soddisfazione di tutte le richieste purché siano secondo la volontà di Dio e per la salvezza della sua anima. •La gioia eterna in Gesù e in Maria.

 

PRIMO DOLORE: La rivelazione di Simeone

Simeone li benedisse e parlò a Maria, sua madre: «Egli è qui per la rovina e la risurrezione di molti in Israele, segno di contraddizione perché siano svelati i pensieri di molti cuori. E anche a te una spada trafiggerà l'anima» (Lc 2, 34-35). Ave Maria...

 

SECONDO DOLORE: La fuga in Egitto Un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: «Alzati, prendi con te il bambino e sua madre e fuggi in Egitto, e resta là finché non ti avvertirò, perché Erode sta cercando il bambino per ucciderlo». Giuseppe, destatosi, prese con sé il bambino e sua madre nella notte e fuggì in Egitto. (Mt 2, 13-14). Ave Maria...

 

TERZO DOLORE: Lo smarrimento di Gesù nel Tempio

Gesù rimase a Gerusalemme, senza che i genitori se ne accorgessero. Credendolo nella carovana, fecero una giornata di viaggio, e poi si misero a cercarlo tra i parenti e i conoscenti. Dopo tre giorni lo trovarono nel tempio, seduto in mezzo ai dottori, mentre li ascoltava e li interrogava. Al vederlo restarono stupiti e sua madre gli disse: «Figlio, perché ci hai fatto così? Ecco, tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo». (Lc 2, 43-44, 46, 48). Ave Maria...

 

QUARTO DOLORE: L'incontro con Gesù sulla via del Calvario

Voi tutti che passate per la via, considerate e osservate se c’è un dolore simile al mio dolore. (Lm 1, 12). «Gesù vide sua Madre lì presente» (Gv 19, 26). Ave Maria... 

 

QUINTO DOLORE: La crocifissione e la morte di Gesù.

Quando giunsero al luogo detto Cranio, là crocifissero Lui e i due malfattori, uno a destra e l'altro a sinistra. Pilato compose anche l'iscrizione e la fece porre sulla Croce; vi era scritto "Gesù il Nazareno, il re del Giudei" (Lc 23,33; Gv 19,19). E dopo aver ricevuto l'aceto, Gesù disse: "Tutto è compiuto!" E, chinato il capo, spirò. (Gv 19,30). Ave Maria...

 

SESTO DOLORE: La deposizione di Gesù tra le braccia di Maria 

Giuseppe d'Arimatèa, membro autorevole del sinedrio, che aspettava anche lui il regno di Dio, andò coraggiosamente da Pilato per chiedere il corpo di Gesù. Egli allora, comprato un lenzuolo, lo calò giù dalla croce e, avvoltolo nel lenzuolo, lo depose in un sepolcro scavato nella roccia. Poi fece rotolare un masso contro l'entrata del sepolcro. Intanto Maria di Màgdala e Maria madre di Ioses stavano ad osservare dove veniva deposto. (Mc 15, 43, 46-47). Ave Maria...

 

SETTIMO DOLORE: La sepoltura di Gesù e la solitudine di Maria

Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria di Clèofa e Maria di Magdàla. Gesù allora, vedendo la madre e lì accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: «Donna, ecco il tuo figlio!». Poi disse al discepolo: «Ecco la tua madre!». E da quel momento il discepolo la prese nella sua casa. (Gv 19, 25-27). Ave Maria...

 

domenica 12 settembre 2021

PREGHIERA IN RIPARAZIONE DEGLI OLTRAGGI AL SUO SANTO NOME





PREGHIERA IN RIPARAZIONE DEGLI OLTRAGGI AL SUO SANTO NOME

(Si festeggia il 12 settembre)


O adorabile Trinità, per l'amore con cui scegliesti ed eternamente Ti compiacesti del Santissimo Nome di Maria, per il potere che gli desti, per le grazie che riservasti ai suoi devoti, fa' che esso sia anche per me fonte di grazia e di felicità.

Ave Maria...

Benedetto sempre sia, il Santo Nome di Maria.

Lodato, onorato e invocato sempre sia, l'amabile e potente Nome di Maria.

O Santo, soave e potente Nome di Maria, possa sempre invocarti durante la vita e nell'agonia.

O amabile Gesù, per l'amore con cui pronunziasti tante volte il Nome della tua cara Madre e per la consolazione che a Lei procuravi nel chiamarla per nome, raccomanda alle sue speciali cure questo povero tuo e suo servo.

Ave Maria...

Benedetto sempre sia, il Santo Nome di Maria.

Lodato, onorato e invocato sempre sia, l'amabile e potente Nome di Maria.

O Santo, soave e potente Nome di Maria, possa sempre invocarti durante la vita e nell'agonia.

O Angeli Santi, per la gioia che vi procurò la rivelazione del Nome della vostra Regina, per le lodi con cui lo celebraste, svelatene anche a me tutta la bellezza, la potenza e la dolcezza e fate che io lo invochi in ogni mio bisogno e specialmente in punto di morte.

Ave Maria...

Benedetto sempre sia, il Santo Nome di Maria.

Lodato, onorato e invocato sempre sia, l'amabile e potente Nome di Maria.

O Santo, soave e potente Nome di Maria, possa sempre invocarti durante la vita e nell'agonia.

O cara Sant'Anna, buona mamma della Madre mia, per la gioia da te provata nel pronunciare tante volte con devoto rispetto il Nome della tua piccola Maria o nel parlarne con il tuo buon Gioacchino, fa' che il dolce nome di Maria sia continuamente anche sulle mie labbra.

Ave Maria...

Benedetto sempre sia, il Santo Nome di Maria.

Lodato, onorato e invocato sempre sia, l'amabile e potente Nome di Maria.

O Santo, soave e potente Nome di Maria, possa sempre invocarti durante la vita e nell'agonia.

E Tu, o dolcissima Maria, per il favore che Dio ti fece nel donarti Egli stesso il Nome, come a sua diletta Figlia; per l'amore che tu sempre ad esso mostrasti concedendo grandi grazie ai suoi devoti, concedi anche a me di rispettare, amare ed invocare questo soavissimo Nome.

Fa' che esso sia il mio respiro, il mio riposo, il mio cibo, la mia difesa, il mio rifugio, il mio scudo, il mio canto, la mia musica, la mia preghiera, il mio pianto, il mio tutto, con quello di Gesù, affinché dopo essere stato pace del mio cuore e dolcezza delle mie labbra durante la vita, sia la mia gioia in Cielo.

Amen.

Ave Maria...

Benedetto sempre sia, il Santo Nome di Maria.

Lodato, onorato e invocato sempre sia, l'amabile e potente Nome di Maria.

O Santo, soave e potente Nome di Maria, possa sempre invocarti durante la vita e nell'agonia.

Fonte dal web.

mercoledì 8 settembre 2021

PREGHIERA A MARIA BAMBINA PER UNA GRAZIA DIFFICILE.



PREGHIERA A MARIA BAMBINA PER UNA GRAZIA DIFFICILE.

Benedici Immacolata Bambina, benedici e proteggi tutti i miei cari della mia famiglia.

Oh Immacolata Bambina Maria.

Oh dolce e divina infante, aurora radiosa del re Astro, Gesù, scelta da Dio dall’eternit, per essere la regina dei cieli, il conforto della terra, la gioia degli angeli, il tempio e il tabernacolo dell’adorabile Trinità, la madre di un dio umano.

Mi hai alle ai tuoi piedi, oh Bambina principessa, a contemplare il fascino della tua santa infanzia.

Nel tuo bel viso si riflette il sorriso della Divina Bontà, Le tue dolci labbra si separarono per dirmi:

“Fiducia, pace e amore.”

Ecco perché vengo da te, Bambina Divina, per chiedere a quell’amore di avvolgere la mia casa, possa la pace regnare nella mia famiglia, e con tutta la mia fiducia riposta in te.

 Ti prego di aiutarmi a risolvere questi bisogni urgenti, di salute, di pace, di famiglia ed economici che ci stanno schiacciando e non ci danno pace:


(dì con grande fede ciò che vuoi ottenere).


So che puoi portare le mie suppliche in paradiso, so che puoi alleviarci in questi momenti difficili, non farci soffrire più Divina Bambina, aiutaci con la tua potente mediazione per uscire dalle nostre preoccupazioni, affinché possiamo onorare i nostri impegni presi, i nostri pagamenti, debiti e mutui, e alle esigenze quotidiane, in modo che possiamo essere  libero da difficoltà e  vivere nella pace e felicità.

Immacolata Maria  Bambina, dacci la tua mano coprici con il manto della tua purezza, Oh bella mia Regina, celestiale Bambina, concedimi questa grazia.

Come non amarti, Maria, luce e conforto della mia anima, gioia e onore nascono nel mio cuore nel pregarti davanti alla tua bellissima immagine di Regina Bambina?

Mi consacro al tuo servizio con tutto il cuore.

Ti do, gentile Regina, la mia persona, i miei interessi temporanei ed eterni.

Benedicimi Bambina Immacolata, benedici anche e proteggi tutti i miei cari e la  mia famiglia.

Sii tu, sovrana Bambina, la gioia, la dolce regina di casa mia, così per tua intercessione e il tuo fascino regnerai nel mio cuore e nel cuore di  tutti quelli che amo, uniti al Sacratissimo Cuore di Gesù.

Amen.

mercoledì 2 ottobre 2019

LA MEDITAZIONE E I SUOI EFFETTI

LA MEDITAZIONE E I SUOI EFFETTI 


Dal "Trattato della orazione e della Meditazione" di S. Pietro d' Alcantara, vissuto in Spagna tra il 1499 e il 1562, benefici che si possono ottenere con questa pratica:

- L'uomo ha difficoltà a fare il bene. Se la supera, può raggiungere più rapidamente lo scopo della sua vita. - Per combattere questa difficoltà la cosa più utile è la meditazione, che facilita fare il bene. 
- Praticare il bene nutre lo spirito. 
- L'esercizio costante della Meditazione accresce sempre più questa nostra spinta benefica. 

S. Pietro d'Alcantara elenca anche alcuni consigli fondamentali di S. Bonaventura: 

- Se vuoi affrontare meglio le difficoltà della vita, medita. 
- Se vuoi difenderti dalle avversità, medita.
- Se vuoi vivere contento, medita. 
- Se vuoi superare i desideri e le vanità, medita. 
- Se vuoi vivere sereno, medita. 
- Se vuoi vivere in contatto con Dio, medita. 
- Se vuoi annullare tutti i tuoi vizi e sostituirli con virtù, medita, perché con la Meditazione avrai l'illuminazione e la grazia dello Spirito Santo che ti insegneranno tutte le cose. 

E se vuoi essere sempre in contatto con Dio ed ottenere la Conoscenza, medita. 
OkNotizie

Printfriendly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...