Translate

venerdì 23 novembre 2012

L’AMICIZIA



L’AMICIZIA

1) immagini di solitudine - compagnia
a) cielo buio di notte con una sola stella e poi una nuvola si sposta e appaino altre stelle a formare una costellazione
b) albero spoglio d’autunno e poi con la primavera grande chioma di foglie
c) fiocco di neve solitario che cade e sta per sciogliersi, poi ne cadono tanti e si forma un bel manto di neve
2) queste immagini ci danno la tristezza della solitudine e la bellezza della compagnia
3) nel cuore dell’uomo c’è il desiderio innato di stare in compagnia. Perché?
4) Dio è Trinità. Da sempre, da prima che creasse l’uomo. E da sempre vive della bellezza dello scambio d’amore tra due persone (Padre e Figlio). Dio ci ha creati a sua immagine, cioè con questo desiderio nel cuore di essere una cosa sola con l’altro.

L’amicizia deriva dalla TRINITÀ

Il desiderio di essere in COMPAGNIA è presente nel cuore dell'uomo perché il cuore dell'uomo deriva da quello di Dio. Anche Dio è Compagnia, perché è tre persone in una.
5) ciascun bambino ha i tratti somatici del padre e della madre… anche il nostro cuore è a immagine del Padre (Dio). Noi che assomigliamo al nostro Padre celeste, abbiamo nel cuore l'immagine della Trinità e quindi il desiderio di non essere soli, ma piuttosto di amare l'altro.
6) una delle espressioni più belle dell'amore per il fratello è l'AMICIZIA. Come si vive bene un’amicizia? L’amicizia è come una piantina che va innaffiata. Se la nutri cresce, dura e metter fiori; se no, per quanto bella sia, si appassisce.
7) come si nutre l’amicizia? Innanzitutto con la condivisione (vivendo le cose insieme – passando del tempo insieme). Poi con il dialogo (conoscersi, aprirsi all’altro, mostrargli ciò che siamo dentro). E il dialogo necessità di verità. Se raccontiamo bugie, agli altri mostriamo ciò che non siamo. Che amico è se non posso dire con lui la verità, senza paura che si offenda o mi giudichi? Impariamo a essere sinceri e ad ascoltare chi si apre con noi senza giudicarlo o metterlo in imbarazzo.
8) fondamentale nutrimento per l’amicizia è l’Unità con Dio. Cioè avere una fede comune, pregare insieme, pregare l’uno per l’altro.
9) si può essere amici per sempre. Dobbiamo desiderare di essere amici per sempre. Pensare al futuro insieme. Altrimenti siamo solo un’ “allegra compagnia” che prima o poi si dividerà.
10) Gesù santifica l’amicizia: anche lui infatti ha degli amici e degli amici del cuore. Con loro dialoga nella verità (in verità vi dico) e condivide esperienza. Prega per loro e li porta nel cuore.
11) voler bene un amico vuol dire “volere il suo bene”, cioè prodigarsi affinché egli riceva cose positive.
12) l’amicizia è anche sacrificio. Per l’amico si fanno sacrifici. E non bisogna mai farglieli pesare. “all’amico zoppo non si chiede di ballare”. 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...