Translate

domenica 18 marzo 2012

Messaggio dato a Mirjana del 18 marzo 2012

 

Cari figli! Vengo tra di voi perché desidero essere la vostra madre, la vostra interceditrice. Desidero essere il legame tra voi e il Padre celeste, la vostra mediatrice. Desidero prendervi per le mani e camminare con voi nella lotta contro lo spirito impuro. Figli miei consacratevi a Me completamente. Io prenderò le vostre vite nelle mie mani materne e vi insegnerò la pace e l'amore affidandole allora a mio Figlio. Vi chiedo di pregare e digiunare perché soltanto così saprete testimoniare il mio Figlio per mezzo del mio cuore materno in modo giusto. Pregate per i vostri pastori perché in mio Figlio possano sempre annunciare gioiosamente la Parola di Dio. Vi ringrazio.

Fonte: Info da Medjugorje


GESU' TI PARLA...




GESU' TI PARLA...

 
"Ti attendevo da tanto tempo e ora finalmente ci siamo incontrati.
Se sei qui sicuramente hai un grande dolore, una grande sofferenza che ti lacera l'anima. E io sono qui per te, per essere la tua consolazione, la tua speranza, la tua forza. Da giorni ti stavo aspettando, volevo guardarti negli occhi. E se tu alzi lo sguardo mi vedi nella mia misericordia.


Sono veramente felice quando ti vedo! Ho scritto il tuo nome sul palmo della mia mano; tu sei una perla preziosa per me e mai ti posso dimenticare!

La sofferenza che ti ha colpito per ora non puoi comprenderla, rientra nel misterioso progetto d'amore del Padre mio, ma sappi che tu sali con me sulla croce e con me ti offri al Padre con amore… mio compagno, mio cireneo in questo percorso di vita! Ti prendo sottobraccio e cammino con te! Prego in te e per te, e ogni giorno al Padre nella forza dello Spirito, nella comunione di amore che viviamo, preghiamo perché il tuo dolore sia offerto, perché la tua anima cerchi solo in noi una risposta vera e autentica…

Se potessi vedere anche solo per un istante quanto ti amiamo, moriresti dalla gioia. Io desidero solo consolarti e donarti speranza e forza…
Io piango con te e per te, e non credere che non mi addolori vederti soffrire. Anche per me è stato difficile abbracciare quella croce, ma sappi che tutto questo avviene perché nella tua vita risplenda sempre di più l'amore e la fede. Amami così come sei, io credo che tu sia un campione d'amore, dimostramelo ora: lascia da parte ogni cosa e prega profondamente con tutto te stesso, mi sentirai vicino, volgi il tuo sguardo ai miei occhi, tienili fissi in me e sentiti amato, accarezzato, sostenuto dal mio "debole" cuore.

Ti amo tanto fratello mio, ti stringo dolcemente a me, e so che su questa croce ormai da anni non sono più solo…., tu sei con me, ti fai mio "cireneo" e con immensa tenerezza ti abbandoni al Padre mio.
Grazie…. Amico, sono con te, ora e per sempre. Amen


Tuo amico Gesù"
 


dal web

LA SOFFERENZA E LA MALATTIA -

 
 
La sofferenza fisica va accettata con rassegnazione o bisogna pregare per esserne liberati?
 
La Madonna a Medjugorje ha così risposto:
 
«Pregate per poter accettare la malattia e le sofferenze con amore, come le ha accettate Gesù. Credete fermamente. Soltanto così potrò, con gioia, darvi le grazie e le guarigioni che Gesù mi permette. Io non posso guarire, solo Dio può guarire».
 
Sono molti i malati che vengono a chiedere l'aiuto della Madonna a Medjugorje per ottenere da Dio la guarigione: alcuni l'hanno ottenuta, altri hanno invece ottenuto il dono di sopportare con gioia le loro sofferenze e di offrirle a Dio.
 
dal web

Preghiera a S. Giuseppe



Preghiera a S. Giuseppe

S. Giuseppe sposo dolcissimo di Maria,
Padre putativo di Gesù della divina provvidenza,
custode della S.Chiesa,
a te ricorriamo per essere rivestiti delle tue virtù:
della tua fede, della tua umiltà,
della tua obbedienza, della tua pazienza,
del tuo silenzio adorante e del tuo spirito di abbandono.
Difendici da tutti gli assalti del maligno
e provvedi alle nostre necessità spirituali e materiali
affinchè possiamo cercare unicamente il Regno di Dio
e servire al trionfo del Cuore Immacolato di Maria, tua SS. sposa.
S. Giuseppe: prega per noi.


Video: Giuseppe di Nazareth


Preghiera a San Giuseppe.

A te, o beato Giuseppe, stretti
dalla tribolazione, ricorriamo,
e fiduciosi invochiamo il tuo patrocinio,
dopo quello della tua santissima sposa.
Per, quel sacro vincolo di carità,
che ti strinse all'Immacolata Vergine Maria,
Madre di Dio, e per l'amore paterno
che portasti al fanciullo Gesù, riguarda,
te ne preghiamo, con occhio benigno
la cara eredità che Gesù Cristo
acquistò col suo Sangue,
e col tuo potere ed aiuto sovvieni
ai nostri bisogni. Proteggi, o provvido
custode della divina Famiglia, l'eletta
prole di Gesù Cristo: allontana da noi,
o Padre amatissimo, gli errori e i vizi,
che ammorbano il mondo;
assistici propizio dal cielo in questa lotta
col potere delle tenebre, o nostro
fortissimo protettore; e come un tempo
salvasti dalla morte la minacciata vita
del pargoletto Gesù, così ora difendi
la santa Chiesa di Dio dalle ostili insidie
e da ogni avversità; e stendi ognora sopra
ciascuno di noi il tuo patrocinio, affinché
a tuo esempio e mediante il tuo soccorso,
possiamo virtuosamente vivere, piamente
morire e conseguire l'eterna beatitudine in cielo.

AMEN.

Preghiera per il babbo




Preghiera per il babbo.

Benedici, o Signore, il mio babbo!
Benedici la sua lunga e operosa giornata.
Concedigli la forza di affrontare il lavoro
con serenità, di adempierlo con gioia,
di concluderlo con soddisfazione.
Fa che tornando trovi nella sua casa
pace per il suo riposo e nei nostri affetti
il migliore compenso per il suo sacrificio.
Concedigli, anche per noi,
una lunga vita rasserenata
dal nostro affetto.

( Dal web)

Preghiera a San Giuseppe.


Questa preghiera è stata composta dai ministri straordinari
dell'Eucaristia della comunità ed è stata approvata
da S.E. Mons. Claudio Gatti.
MOVIMENTO IMPEGNO E TESTIMONIANZA
"MADRE DELL'EUCARISTIA"
00135 ROMA
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...