Translate

giovedì 17 gennaio 2013

SANT' ANTONIO ABATE. Direttive per condurre la vita in Cristo estratte dalle sue venti lettere...




IL SANTO PADRE ANTONIO

per condurre la vita in Cristo

Ogni creatura ragionevole, uomo o donna che sia, possiede la capacità di amare Dio e gli esseri umani. L'uomo di Dio ama ciò che viene da Dio; l'uomo carnale ama ciò che appartiene alla carne.

Amando le cose di Dio, l'uomo cerca la purificazione da tutte le sollecitazioni del mondo esteriore; non ama le realtà effimere, né‚ i suoi impulsi naturali; prende la sua croce e seguendo il Signore compie sempre la volontà dell'Altissimo.

Dio scende nel cuore di queste creature e, prendendovi dimora, le ricolma di gioia e di dolcezza che sono l'alimento che nutre e porta a maturazione l'anima.

L'albero non cresce se non riceve l'acqua del cielo,
l'anima non sviluppa se è priva del nutrimento di dolcezza che viene dall'alto.

Lo Spirito e la mite irrorazione della dolcezza celeste conducono l'anima dell'uomo alla maturità (Lettera 13).


 

Il Santo Abba Antonio, Padre del Deserto, Patriarca del Monachesimo.
Kyrie Eleison Eleison
Da: Alfonso Dall' Agnol

Preghiera a Sant'Antonio, Abate

Antonio (Alto Egitto, c. 250 – 356) si sentì chiamato a seguire il Signore nel deserto udendo nella liturgia il vangelo: «Se vuoi essere perfetto, va', vendi quello che possiedi e dallo ai poveri» (Mt 19, 21); «Non affannatevi per il domani» (Mt 6, 34). Il suo esempio ebbe vasta risonanza e fu segnalato a tutta la Chiesa da sant'Atanasio. E' considerato il padre di tutti i monaci e di ogni forma di vita religiosa. Sensibile ai problemi del suo tempo, collaborò per il bene comune con i responsabili della vita ecclesiastica e civile. I Copti, i Siri e i Bizantini ricordano il suo «giorno natalizio» il 17 gennaio.

 Per saperne di piu:  S. ANTONIO -  ABATE


Preghiera 
O glorioso Sant'Antonio, abate, 
che per seguire fedelmente Gesù
rinunciasti a tutte le ricchezze umane
e abbracciasti volontariamente
la povertà evangelica,
insegnaci a distaccare il nostro cuore
dai beni terreni
per non divenirne schiavi.
Tu che vivesti nell'ardente amore
di Dio e del prossimo,
superando ogni egoismo, ottienici
di praticare la vera carità e di avere
il cuore aperto a tutte le necessità
dei nostri fratelli.
Ottienici dal Signore la grazia
di essere sempre vittoriosi nel duro
scontro con il potere delle tenebre
e la forza contro le insidie del maligno.
Fa' che, liberi da ogni compromesso
con il male, diventiamo ricchi  di Dio.
Amen

  




" L'ora dello Spirito Santo. Invochiamolo nella nostra vita!"

" tramite "...Laudate!" di don Tonino Lima":

“Io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Consolatore perché rimanga con voi per sempre, lo Spirito di verità che il mondo non può ricevere, perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete, perché egli dimora presso di voi e sarà in voi. Non vi lascerò orfani, ritornerò da voi”. (Gv 14, 15-17).
Prima della passione, nella notte, in quell’ultima cena memorabile, Gesù ha detto chiaramente agli apostoli Chiederò al Padre ed Egli vi manderà il Paraclito, il difensore. Questa è una promessa di Gesù che Egli realizza sempre che lo invochiamo con fede nella preghiera.

Dal nostro Battesimo, lo Spirito Santo agisce in ciascuno dei battezzati, portandoli ad aprirsi alla grazia. Egli è Colui che santifica attraverso i doni infusi della sapienza, scienza, conoscenza, fortezza, consiglio, pietà e timor di Dio. San Paolo dice: “E poiche siete figli, E che voi siete figli ne è prova il fatto che Dio ha mandato nei nostri cuori lo Spirito del suo Figlio che grida: Abbà, Padre! “ (ai galati, 4, 6).
Nella pienezza del tempo lo Spirito Santo ha realizzato in Maria tutte le preparazioni per la venuta di Cristo. Per l’azione dello Spirito Santo il Padre ha dato al mondo l’Emmanuele, il Dio con noi (Matteo 1,23). Egli vive nel nostro spirito come ben dice S. Agostino.

 L’azione dello Spirito Sato nella vita della Chiesa si manifesta in diverse maniere: nella comunione viva nella fede degli Apostoli, nelle Scritture ispirando gli autori sacri, nella Tradizione, dalla quale, i Padri della Chiesa sono i testimoni, nella liturgia sacramentale, per mezzo delle parole e dei simboli, nella preghiera nella quale Egli intercede per noi; nei carismi, (S. Paolo nella 1 Corinzi 12, 4 ss..), nei frutti (S. Paolo ai Galati 5, 22 ss..), nella vita della Chiesa.

 Il Divino Spirito Santo abita nei nostri cuori. “ E poiche siete figli Dio ha mandato nei nostri cuori lo Spirito Santo che grida Abba, Padre” (Gl 4,6).

 Il Signore vi benedica e vi custodisca, Don Tonino Lima.

http://dontoninolima.blogspot.it/2013/01/lora-dello-spirito-santo-invochiamolo.html

Ruah

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...