Translate

sabato 29 settembre 2012

“IL MINISTERO DEGLI ANGELI NELLA BIBBIA”

 

Padre Matteo La Grua

 

!cid_B72

Il mondo angelico ci circonda, gli angeli, infatti, sono in cielo e intorno a noi, Dio li ha messi a governo del mondo e accanto a noi. Non è facile parlare degli angeli. Questo argomento riguarda la nostra fede ma anche la scienza e la conoscenza.

Negli ultimi due secoli si è parlato poco degli angeli; la loro presenza, figura e missione, è stata messa da parte. Di recente vi è stata però un’ inversione di tendenza. Teatro, musica, cinema si sono dimostrati attenti a questo argomento, ma mancando di una retta base filosofica e religiosa, ne hanno diffuso un’ immagine falsa, monca inadeguata e profana. Vi sono in giro libri e figure di angeli, in gran parte l’ editoria è in mano a messaggeri di satana che presentano questi esseri in una falsa luce. Per parlare bene degli angeli bisogna interrogare la rivelazione divina.

Il film “ Angeli a Berlino” a suscitato un certo interesse, in esso l’angelo è presentato in una luce bello di purezza e amore. Altri film invece, ne adulterano la figura. Molte pitture raffigurano angeli decaduti.

Il mondo degli angeli è più vicino a noi di quanto noi pensiamo.

Siamo chiamati a diventare come gli angeli cioè a realizzare un processo di angelicazione.

Troviamo notizie sul ministero angelico sia nel V.T. che nel N.T.

L’azione degli angeli non si è conclusa in Gesù ma continua. S. Paolo nella lettera ai Colossesi (1,15 – 16) afferma che Troni, Dominazioni, Principati e Potestà sono stati creati per mezzo di Cristo e in vista di Lui.

Gli angeli sono messaggeri  di comandi di Dio.

Ciascuno ha un angelo che lo rassomiglia, esso è partito dal cielo e tornerà con noi nella dimora eterna.

Dobbiamo interessarci agli angeli perché, come ho già detto, la nostra vita deve essere angelicata.

In cielo non ci saranno marito e moglie ma saremo come angeli: ameremo il Signore vivendo come angeli.

Gli angeli che sono tra noi hanno lo sguardo rivolto a Dio.; attingono da Cristo la  Verità, ce la riflettono e ci aiutano a camminare.

Il concilio Lateranense IV, ha precisato che il mondo invisibile, è stato creato da Dio prima della creazione visibile  degli esseri corporei. Dio creo il mondo invisibile, quello visibile e infine l’uomo che assume in sé il mondo materiale e quello spirituale, la natura corporea e quella spirituale.

Gli angeli, dotati di intelligenza, volontà e libertà, furono sottoposti ad una prova: dovettero scegliere di aderire totalmente a Dio.

Come esseri liberi loro potevano allontanarsi da Dio (cfr. Lc 10: 18, Ap 12, 7-9). La caduta di alcuni di loro non fu provocata dall’ignoranza ma da un cedimento dell’amore. Lucifero s’ innamorò di se stesso, volle prendere il posto di Dio e in ciò fu seguito da una schiera di angeli. Gli angeli rimasti fedeli, guidati dall’arcangelo  Michele, continuarono a guardare Dio e furono stabilizzati nel bene. Gli infedeli vennero precipitati.

Dio pone gli angeli come guida ma il principe di questo mondo è satana.

Egli anche se è decaduto, rimane un angelo con la sua grandezza e potenza, tutto però è pervertito: la potenza è forza malefica.

Satana per colmare il vuoto della caduta, cerca di conquistare il mondo. Egli è invidioso dell’uomo perchè nella natura umana il Cristo s’ incarnerà. Odia l’uomo e si accanisce contro di lui. Sulla terra c’è una lotta continua tra angeli decaduti e angeli buoni, viviamo, perciò sotto l’influsso angelico e quello demoniaco. Gli angeli ci guidano nel nostro cammino fino all’ultimo giorno finché porteremo la nostra anima in cielo o all’inferno.

Essi prendono forza da Dio e ce la comunicano. 

 

( Brano tratto da: L’accompagnamento spirituale – rilettura di Tobia di Padre Matteo La Grua)

Gli angeli e la chiesa

Gli Angeli e la Chiesa Gli Angeli circondano la Chiesa, essi difendono la Chiesa, preparano la Chiesa al grande giorno delle sue nozze eterne; quel giorno, essi faranno da corteo alla Chiesa, immortale Sposa dell'Agnello. 

La missione degli Angeli è di ordine naturale. Anteriormente al battesimo, il bambino che viene al mondo è provvisto di un angelo custode. "Grande è la dignità delle anime, dice San Girolamo, per aver ognuna, fin dalla sua nascita, un Angelo delegato alla sua custodia".

Ma, se l'ufficio degli Angeli di fronte alle anime umane, preso in se stesso, è di ordine naturale, essi esercitano  un fine soprannaturale. E' per questo che San Paolo li chiama "degli spiriti incaricati da Dio d'un ministero a favore di quelli che hanno parte all'eredità della salvezza" (Eb.1,14). Questa frase paolina pone la missione degli Angeli nella sua vera luce.  Essi sono incaricati di proteggere le creature umane, ignoranti, deboli, od almeno ...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...