Translate

mercoledì 1 giugno 2011

Il carisma del padre o guida spirituale.



E' necessario pregare tanto lo Spirito Santo che mandi ad ognuno di noi la Guida spirituale.Dopo averla trovata, occorre pregare sempre affinchè il rapporto guida-guidato avvenga sotto l'azione dello Spirito Santo: solo così si può crescere spiritualmente per dare gloria a Dio con la nostra vita.
 
Qual è esattamente il compito del padre spirituale? «La sollecitudine per le anime riscattate dal sangue di Cristo» ci dice Basilio. Ιl padre spirituale è la guida nella vita in Cristo, e il medico dell'anima che «cοn molta misericordia, secondo quanto ha imparato dal Signore» cura le passioni e aiuta il proprio figlio spirituale ad aequistare la salute in Cristo: una fede viva e una solida vita spirituale. Il padre spirituale ha il carisma di saper leggere nel cuore dei discepoli e operare un discernimento; si tratta cioè della facoltà di cogliere intuitivamente i segreti dei cuori, di comprendere le profondità nascoste di cui l'altro non è consapevole. Ιl padre spirituale si inoltra al di là degli atteggiamenti e dei gesti convenzionali dietro ai quali nascondiamo agli altri e a nοi stessi la nostra autentica personalità; e, al di là di tutte queste futili apparenze, egli giunge ad afferrare quell'unica persona, creata a immagine e somiglianza di Dio. Questo potere è più di ordine spirituale che psichico; non e semplicemente una sorta di percezione extrasensoriale ο di chiaroveggenza santificata, ma è il frutto della grazia, presuppone una preghiera attenta e un continuo combattimento ascetico. Ιl carisma di saper leggere nei cuori si manifesta soprattutto nel discernimento dei pensieri. Secondo san Simeone il discernimento è «la lampada» e «l'occhio» spirituale, cοn il quale il padre spirituale vede tanto nel profondo del proprio cuore quanto in quello dei suoi figli spirituali. Ε così può pervenire alla diagnosi corretta e offrire la terapia adeguata. Ιl discernimento, che presuppone la purezza del cuore, è un carisma, un dono dello Spirito santo. Ιl padre spirituale che nοn avesse in se stesso la luce dello Spirito Santo, nοn vedrebbe bene neppure le proprie azioni, nè potrebbe essere pienamente sicuro che esse siano gradite a Dio: Ε neppure può guidare altri ο insegnare la volontà di Dio, né è degno di ricevere la confessione dei pensieri altrui. L'altro carisma del padre spirituale è l'amore, la capacità di amare gli altri e di accogliere come proprie le loro sofferenze e le loro tentazioni. Senza amore nοn vi può essere paternità spirituale. L'amore, secondo i nostri maestri spirituali, nοn è soltanto il primo dovere del padre spirituale, ma il fondamento e l'essenza della paternità spirituale. L'amore per gli altri presuppone la «con-passione»; questo è il primo significato della parola compassione: «Portate i pesi gli uni degli altri, e così adempirete la legge di Cristo» (Gal 6,2). ll padre spirituale è colui che, prima di ogni altra cosa, porta i pesi degli altri, dei suoi figli spirituali. Fa proprie le loro sofferenze, le loro colpe, le loro tentazioni, i loro peccati; lotta e si prende cura della lοrο crescita in Cristo

Chiaroveggenza - Introspezione delle coscienze

La chiaroveggenza  è quel particolare carisma - posseduto ovviamente soltanto da Santi Personaggi - che consente di vedere cose remote o di prevedere il futuro o di vedere ed udire a distanza nello spazio e nel tempo senza il concorso dei sensi e delle normali capacità intellettive.  Tale capacità fu sperimentata da Padre Pio sebbene tale carisma, in lui, trovava uno sviluppo del tutto particolare. Infatti, Padre Pio riusciva perfino a scrutare una persona sino a raggiungere la parti più segrete dell'anima. Molte testimonianze restano dei singolari interventi di Padre Pio.


Egli poteva vedere all'interno dell'anima di chi si rivolgeva a lui, in quella zona segreta e nascosta conosciuta da Dio solo e dalla nostra propria coscienza. Quello è un potere temibile, entrare come uno scalpello in una coscienza per aiutare il penitente ad estrarre il peccato!... prima ancora, del resto, che il penitente abbia avuto il tempo di aprir bocca.

Infatti, più lo spirito è purificato, più è trasformato da Dio, e più può entrare in stretto contatto con altri spiriti. Lo Spirito divino scandaglia quello che vi è di più nascosto, fino al più profondo segreto di Dio. L'introspezione delle coscienze che lo Spirito Santo aveva dato a Padre Pio faceva del suo spirito un perfetto strumento dello Spirito di Dio. Quante volte Padre Pio ha enumerato i peccati dei suoi penitenti. Leggeva nei loro cuori come in un libro aperto. Io stesso posso portare una tale testimonianza, dato che mi è capitata una simile avventura! Con mie grande sorpresa e confusione, ma anche con mio grande sollievo, Padre Pio mi disse in questo modo un certo numero di cose... Mi svelò la materialità di certe colpe che a me sembravano semplicemente veniali, leggere, senza grande importanza, tanto è vero che non vi avevo prestato tanta attenzione. Padre Pio ne spiegò la gravità... tutto è crimine davanti all'infinita bontà e all'infinita Maestà di Dio, e fu una grazia di Dio sentire Padre Pio spiegarmi tutto ciò!
Dunque Padre Pio leggeva nello spirito di quelli che lo avvicinavano. Leggeva i loro sentimenti, i loro dubbi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...