Translate

giovedì 28 febbraio 2013

Il Papa all'ultima UG: non lascio la Croce, le resto accanto in modo nuovo, ho voluto bene a tutti


 “Ho fatto questo passo nella piena consapevolezza della sua gravità e anche novità, ma con una profonda serenità
d’animo. Amare la Chiesa significa anche avere il coraggio di fare scelte difficili, sofferte, avendo sempre davanti
il bene della Chiesa e non se stessi”.

“La mia decisione di rinunciare all’esercizio attivo del ministero, non revoca questo. Non ritorno alla vita privata,
a una vita di viaggi, incontri, ricevimenti, conferenze eccetera. Non abbandono la croce, ma resto in modo nuovo presso
il Signore Crocifisso. Non porto più la potestà dell’officio per il governo della Chiesa, ma nel servizio della preghiera resto,
per così dire, nel recinto di San Pietro”.

“Io continuerò ad accompagnare il cammino della Chiesa con la preghiera e la riflessione, con quella dedizione al Signore
e alla sua Sposa che ho cercato di vivere fino ad ora ogni giorno e che vorrei vivere sempre. Vi chiedo di ricordarmi davanti
a Dio, e soprattutto di pregare per i cardinali, chiamati ad un compito così rilevante, e per il nuovo Successore dell’Apostolo Pietro:
il Signore lo accompagni con la luce e la forza del suo Spirito”.

“Nel nostro cuore, nel cuore di ciascuno di voi, ci sia sempre la gioiosa certezza che il Signore ci è accanto, non ci abbandona,
ci è vicino e ci avvolge con il suo amore. Grazie!”.

http://it.radiovaticana.va/news/2013/02/27/il_papa_allultima_udienza_generale:_non_lascio_la_croce,_le_resto/it1-668783
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...