Translate

martedì 6 agosto 2013

" LODI ALL' ALTISSIMO " Marco Frisina



Come pregava San Francesco d'Assisi


Lode e rendimento di grazie al Creatore
Onnipotente, altissimo, santissimo e sommo Dio, Padre santo e giusto, Signore Re del cielo e della terra, per te stesso ti rendiamo grazie, poiché per la tua santa volontà e per l'unico tuo Figlio nello Spirito Santo, hai creato tutte le cose spirituali e corporali, e noi fatti a immagine tua e a tua somiglianza hai posto in Paradiso; e noi per colpa nostra siamo caduti.
E ti rendiamo grazie, perché, come tu ci hai creato, per mezzo del tuo Figlio, così per il vero e santo tuo amore, col quale ci hai amato, hai fatto nascere lo stesso vero Dio e vero uomo dalla gloriosa sempre vergine beatissima Santa Maria, e per la croce, il sangue e la morte di Lui ci hai voluti liberare e redimere.


E poiché tutti noi miseri e peccatori non siamo degni di nominarti supplici preghiamo che il Signore nostro Gesù Cristo Figlio tuo diletto nel quale ti sei compiaciuto, insieme con lo Spirito Santo Paraclito ti renda grazie, così come a te e a essi piace, per ogni cosa Lui che ti basta sempre in tutto e per il quale a noi hai fatto cose tanto grandi. Alleluia.
E per il tuo amore umilmente preghiamo la gloriosa e beatissima Madre sempre vergine Maria, il beato Michele, Gabriele, Raffaele e tutti i cori degli spiriti celesti: Serafini, Cherubini, Troni, Dominazioni, Principati, e Potestà, Virtù, Angeli e Arcangeli; il beato Giovanni Battista, Giovanni Evangelista, Pietro, Paolo, e i beati Patriarchi e profeti, i santi innocenti, gli apostoli e gli evangelisti, i discepoli, i martiri, i confessori, le vergini, i beati Elia e Enoch e tutti i santi che furono e saranno e sono, affinché rendano grazie a Te sommo e vero Dio, eterno e vivo con il Figlio tuo carissimo Signore nostro Gesù Cristo e con lo Spirito Santo Paraclito nei secoli dei secoli Amen. Alleluia.

Lodi al Creatore

Signore Iddio, che tutti ti possiamo amare con tutto il cuore, con tutta l'anima, con tutta la mente, con tutta la capacità e la forza con tutto l'intelletto e con tutte le potenze, con tutta l'intensità, con tutto l'affetto, con tutto il nostro intimo, con tutto il desiderio e la volontà: perché tu, o Signore, a noi hai dato e ancora dai tutto il tuo corpo e tutta l'anima tua e la tua vita intera!
Tu che ci hai creati, ci hai redenti e per sola tua misericordia ci salverai; tu che hai fatto e fai ogni bene a noi, miserabili e miseri come siamo, putridi e fetidi, ingrati e cattivi.
Che null'altro, dunque, possiamo noi sapere, null'altro desiderio, null'altro volere, in null'altro trovare piacere o diletto, se non in te, che sei Creatore e Redentore e Salvatore nostro: in te che sei solo vero Dio, pienezza di bene, ogni bene, tutto il bene, vero e sommo bene, che solo sei buono, pio e mite, soave e dolce; che solo sei santo e giusto, vero e retto; che solo sei benigno, innocente e puro.
Da te, per te e in te è tutto il perdono, tutta la grazia, tutta la gloria di tutti i penitenti e giusti e di tutti i beati che insieme godono nel cielo.
Nulla, dunque, o Signore, ci separi, nulla ci divida, nulla ci impedisca dall'amarti ovunque e in ogni tempo, ogni giorno e di continuo, in verità e con umiltà e di portare sempre in cuore te, vero Dio.
Che sempre ti possiamo amare ed onorare, adorare e servire, lodare e benedire e glorificare, sempre magnificare ed esaltare.
E grazie, Signore! grazie a te, altissimo e sommo Iddio Trinità e Unità, Padre e Figlio e Spirito Santo, Creatore di tutto.
Salvatore di quanti credono e sperano in te e te amano; che sei senza principio e senza fine, ammirabile, invisibile, inenarrabile, ineffabile, incomprensibile, imperscrutabile, benedetto, lodevole, glorioso e superesaltato, sublime, eccelso, amabile, soave, dilettevole tutto sempre sopra ogni cosa desiderabile nei secoli dei secoli. Amen.

Lodi di Dio altissimo

Tu sei santo, Signore Iddio unico, che fai cose stupende.
Tu sei forte Tu sei grande Tu sei l’Altissimo Tu sei il Re onnipotente, Tu sei il Padre santo, Re del cielo e della terra.
Tu sei trino e uno, Signore Iddio degli dei, Tu sei il bene, tutto il bene, il sommo bene, Signore Iddio vivo e vero.
Tu sei amore, carità, Tu sei sapienza, Tu sei umiltà, Tu sei pazienza, Tu sei bellezza, Tu sei sicurezza.
Tu sei la pace, Tu sei gaudio e letizia, Tu sei la nostra speranza, Tu sei giustizia, Tu sei temperanza, Tu sei ogni nostra ricchezza.
Tu sei bellezza, Tu sei mitezza, Tu sei il protettore, Tu sei il custode e il difensore nostro, Tu sei fortezza Tu sei rifugio.
Tu sei la nostra speranza, Tu sei la nostra fede, Tu sei la nostra carità, Tu sei tutta la nostra dolcezza.
Tu sei la nostra vita eterna, grande e ammirabile Signore, Dio onnipotente, misericordioso Salvatore.

Meditazione del Pater Noster

Santissimo Padre nostro: Creatore, Redentore, Consolatore e Salvatore nostro.
Che sei nei cieli: negli Angeli e nei santi, illuminandoli a conoscere che tu, Signore, sei luce; infiammandoli ad amare, perché tu, Signore, sei amore inabitando in essi, pienezza della loro gioia, poiché tu, Signore, sei il sommo bene, eterno, dal quale viene ogni bene, senza il quale non vi è alcun bene.
Sia santificato il tuo nome: si faccia più chiara in noi la conoscenza di te, per poter vedere l'ampiezza dei tuoi benefici, l'estensione delle tue promesse, i vertici della tua maestà, le profondità dei tuoi giudizi.
Venga il tuo regno: affinché tu regni in noi per mezzo della grazia e tu ci faccia giungere al tuo regno ove v'è di te una visione senza ombre, un amore perfetto, un'unione felice, un godimento senza fine.
Sia fatta la tua volontà come in cielo così in terra: affinché ti amiamo con tutto il cuore, sempre pensando a te; con tutta l'anima, sempre desiderando te; con tutta la mente, orientando a te tutte le nostre intenzioni e in ogni cosa cercando il tuo onore. E con tutte le nostre forze, spendendo tutte le nostre energie e sensibilità dell'anima e del corpo a servizio del tuo amore e non per altro; e affinché amiamo il nostro prossimo come noi stessi, trascinando tutti con ogni nostro potere al tuo amore, godendo dei beni altrui come dei nostri e compatendoli nei malie non recando offesa a nessuno.
Dacci il nostro pane quotidiano: il tuo diletto Figlio, il Signore nostro Gesù Cristo, dà a noi oggi: a ricordo e a riverente comprensione di quell'amore che ebbe per noi, e di tutto ciò che per noi disse, fece, e patì.
E rimetti a noi i nostri debiti: per la tua ineffabile misericordia, in virtù della passione del Figlio tuo e per l'intercessione ­e i meriti della beatissima Vergine Maria e di tutti i tuoi santi.
Come noi li rimettiamo ai nostri debitori: e quello che noi non sappiamo pienamente perdonare, tu, Signore, fa che pienamente perdoniamo, sì che, per amor tuo, si possa veramente amare i nostri nemici e si possa per essi, presso di te, devotamente intercedere, e a nessuno si renda male per male, e si cerchi di giovare a tutti in te.
E non ci indurre in tentazione: nascosta o manifesta, improvvisa o insistente.
E liberaci dal male: passato, presente e futuro. Amen.
Gloria al padre, e al Figlio e allo Spirito Santo, Come era nel principio e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

Santo è il Signore
Santo, santo, santo il Signore Iddio onnipotente, che è, che era e che verrà. Lodiamolo ed esaltiamolo in eterno. Degno è il Signore Dio nostro di ricevere la lode, la gloria e l'onore e la benedizione. Lodiamolo ed esaltiamolo in eterno.
Degno è l'Agnello, che è stato ucciso, di ricevere la potenza e la divinità e la sapienza e la fortezza l'onore e la gloria e la benedizione. Lodiamolo ed esaltiamolo in eterno.
Benediciamo il Padre e il Figlio con lo Spirito Santo. Lodiamolo ed esaltiamolo in eterno.
Benedite il Signore, opere tutte del Signore. Lodiamolo ed esaltiamolo in eterno.
Date lode a Dio, voi tutti, suoi servi e voi che temete Iddio, piccoli e grandi, Lodiamolo ed esaltiamolo in eterno.
Lodino Lui glorioso i cieli e la terra e ogni creatura che è nel cielo e sulla terra, il mare e le creature che sono in esso. Lodiamolo ed esaltiamolo in eterno.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Lodiamolo ed esaltiamolo in eterno. Come era nel principio e ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen. Lodiamolo ed esaltiamolo in eterno.

Ogni lode e onore a Dio
Onnipotente, santissimo, altissimo e sommo Iddio, che sei il sommo bene, tutto il bene, ogni bene, che solo sei buono, fa che noi ti rendiamo ogni lode, ogni gloria, ogni grazia, ogni onore, ogni benedizione, e tutti i beni. Fiat. Fiat. Amen.

Onnipotente eterno
Onnipotente, eterno, giusto e misericordioso Iddio, concedi a noi miseri di fare, per tua grazia, ciò che sappiamo che tu vuoi, e di volere sempre ciò che ti piace, affinché purificati nell'anima, affinché interiormente illuminati e accesi dal fuoco dello Spirito Santo, possiamo seguire le orme del Figlio tuo, il Signore nostro Gesù Cristo, e a Te, o Altissimo, giungere con l'aiuto della tua sola grazia.
Tu che vivi e regni glorioso nella Trinità perfetta e nella semplice Unità, Dio Onnipotente per tutti i secoli dei secoli. Amen.

Creature tutte, benedite il Signore
Temete Dio e dategli gloria. Il Signore è degno di ricevere la lode e l'onore. Lodate il Signore tutti voi che lo temete. Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te.
Cielo e terra date a Lui la lode. Fiumi tutti lodate il Signore. 
Benedite, Figli di Dio il Signore. Questo è il giorno che ha fatto il Signore, rallegriamoci ed esultiamo. Alleluia. Alleluia. Alleluia! O Re d'Israele!
Ogni vivente dia lode al Signore. Lodate il Signore, perché è buono; tutti voi che leggete queste cose, benedite il Signore.
Creature tutte, benedite il Signore. Uccelli tutti del cielo, lodate il Signore.
Fanciulli tutti lodate il Signore. Giovani e fanciulle lodate il Signore.
L'Agnello che è stato immolato è degno di ricevere lode, gloria e onore.
Sia benedetta la santa Trinità e l'indivisa Unità.
San Michele Arcangelo, difendici nella lotta.

Mio Dio e mio tutto
Mio Dio e mio tutto! Chi siete voi, mio dolcissimo Signore Iddio, e chi sono io, io povero vermiciattolo, vostro servo?...
Signore santissimo io vorrei amarvi… Signore mio Dio, io vi dono tutto il cuor mio e lo desidero ardentemente fare sempre di più, se almeno lo potessi compiere.

Ch'io non mi separi da te!
Signore mio Iddio, io sono degno di questo e di troppo peggio.
Signore mio Gesù Cristo, pastore buono, il quale a noi peccatori hai posta la tua misericordia; in diverse pene e angosce corporali, Concedi grazia e virtù tu a me, tua pecorella, che per nessuna infermità, né angoscia o dolore io mi separi da te.

Signore mio
Signore mio, del cielo e della terra, io ho commesso contro a te tante iniquità e tanti peccati, che al tutto io son degno d'esser da te maladetto.

Ringraziamento per le consolazioni
Tu, o Signore, hai mandato dal cielo questa dolce consolazione a me indegno peccatore: io te la restituisco, affinché tu me la metta in serbo, perché io sono un ladro del tuo tesoro.
Signore, toglimi il tuo bene in questo mondo e conservamelo per il futuro.

Consolazione nel dolore
Ti ringrazio, Signore Iddio, tutti questi miei dolori; prego, o Signore mio, di darmene cento volte di più, se così ti piace. 
Io sarò contentissimo, se tu mi affliggerai e non mi risparmierai il dolore, perché adempiere alla tua volontà, è per me consolazione sovrappiena.

Non ho che Te
Signor mio, io sono tutto tuo, tu sai bene che io non ho altro che la tonaca e la corda e li panni di gamba, e anche queste tre cose sono tue.
Che posso dunque io offrire o donare alla tua maestà?

Tutto al Signore
Benediciamo il Signore Iddio vivo e vero, e rendiamo a Lui la lode, la gloria, l'onore e ogni bene per sempre.
Amen. Amen. Fiat. Fiat.

Invocazioni
Signore Dio, Padre della gloria, ti supplichiamo che, nella tua misericordia, tu ci riveli quello che dobbiamo fare!
Signore, Vieni in mio aiuto guarda alle mie infermità, affinché io sappia sopportare pazientemente!
Signore, che vuoi ch'io faccia?
Tanto è quel bene ch'io aspetto, che ogni pena m’è diletto.
Il Signore vi dia la pace!
Dio mio! Dio mio!
Oh Dio, sii propizio a me peccatore.
Chi sei tu, o dolcissimo Iddio mio? Che sono io, vilissimo vermine e disutile servo tuo?

Lodi delle virtù
O regina Sapienza, il Signore ti salvi con tua sorella, la pura e santa Semplicità.
Signora santa Povertà, il Signore ti salvi con tua sorella, la santa Umiltà.
Signora santa Carità, il Signore ti salvi con tua sorella la santa Obbedienza.
Santissime virtù tutte, il Signore vi salvi, dal quale procedete e venite.
Quasi non c'è uomo al mondo che possa avere per sé una sola di voi se prima non muore.
Chi ne ha una e le altre non offende, le ha tutte e chi ne offende una non ne ha alcuna e le offende tutte; e ciascuna confonde i vizi e i peccati.
La santa Sapienza confonde satana tutte le sue insidie.
La pura e santa Semplicità confonde ogni sapienza di questo mondo e la sapienza della carne la santa Povertà confonde ogni cupidigia e avarizia e le preoccupazioni di questo mondo.
La santa Umiltà confonde la superbia e tutti gli uomini di questo mondo e tutte le cose di questo mondo.
La santa Carità confonde tutte le diaboliche e mondane tentazioni e tutti i timori umani.
La santa Obbedienza confonde tutte le volontà carnali e corporali e tiene il suo corpo mortificato, in obbedienza allo spirito e in obbedienza al proprio fratello, e rende l'uomo soggetto a tutti gli uomini di questo mondo e non soltanto agli uomini, ma anche agli animali, alle fiere, così che possono fare di lui quello che vogliono in quanto sarà loro permesso dal Signore.

A Te Signore Iddio io raccomando

A te, Signore Iddio mio, te raccomando la famiglia tua la quale infino ad ora tu mi hai commessa, e ora per le infermità mie, le quali tu sai, dolcissimo Signor mio, io non ne posso più avere cura.
Anche la raccomando a’ Ministri provinciali; siano tenuti eglino a rendertene ragione il di del giudicio, se veruno frate, per loro negligenza o per loro male esempio o per loro troppo aspra correzione, perirà.

Santifica Signore

Ti ringrazio, Signore, che santifichi e guidi i poveri, perché mi hai riempito di gioia con queste notizie!
Benedici, ti prego, con la più ampia benedizione e santifica con una grazia particolare tutti quelli che rendono odorosa di buoni esempi la loro professione religiosa.

Benedizione a Frate Leone

Il Signore ti benedica e ti custodisca, mostri a te il suo volto e abbia misericordia di te.
Volga a te il suo sguardo e ti dia pace.
Il Signore benedica te, frate Leone

Signore Gesù Cristo

Signore Gesù Cristo, tu che hai scelto i dodici Apostoli, dei quali anche se uno venne meno, gli altri però rimasero fedeli ed hanno predicato il Santo Vangelo animati dall'unico Spirito, tu, o Signore, in questa ultima ora, memore dell'antica misericordia, hai fondato l'Ordine dei Frati a sostegno della Tua fede e perché per loro mezzo si adempisse il mistero del tuo Vangelo.
Chi dunque ti darà soddisfazione per loro, quelli che hai mandato a questo scopo, non solo non mostrano a tutti esempi di luce, ma piuttosto le opere delle tenebre?
Da Te, o Signore santissimo, e da tutta la curia celeste e da me tuo piccolo, siano maledetti quelli che col loro cattivo esempio confondono e distruggono ciò che un tempo tu hai edificato per mezzo dei santi frati di quest'Ordine e non cessi di edificare.

Ti adoriamo

Ti adoriamo, Signore Gesù Cristo, in tutte le tue chiese che sono nel mondo intero, e ti benediciamo, perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

Davanti al Crocifisso

O alto e glorioso Dio, illumina el core mio. Dame fede diricta, speranza certa, carità perfecta, humiltà profonda, senno e cognoscemento, che io servi li toi comandamenti. Amen.

Rapisca

Rapisca, ti prego, o Signore, l’adente e dolce forza del tuo amore la mente mia da tutte le cose che' sono sotto il cielo, perché io muoia per amore dell'amor tuo, come tu ti sei degnato morire per amore dell'amore mio.

Per li miei peccati

Signore mio Gesù Cristo, io ti ringrazio di tanto amore e carità quanto tu mostri verso di me; ché è segno di grande amore, quando il Signore punisce bene il servo di tutti i suoi difetti in questo mondo, acciò che non ne sia punito nell'altro.
E io son apparecchiato a sostenere allegramente ogni pena e ogni avversità che tu, Iddio mio mi vuogli mandare per li miei peccati.

Fammi strumento della tua pace

Signore, fammi strumento della tua Pace: Dove è odio, fa che io porti l'Amore.
Dove è offesa, che io porti il Perdono.
Dove è discordia, che io porti l'Unione.
Dove è errore, che io porti la Verità.
Dove è disperazione, che io porti la Speranza.
Dove è tristezza, che io porti la Gioia.
Dove sono le tenebre, che io porti la Luce.
Signore, fa che io non cerchi tanto: di essere consolato, quanto di consolare; di essere compreso, quanto di comprendere; di essere amato, quanto di amare.
Poiché è: donandosi, che si riceve, dimenticando se stessi, che ci si ritrova, perdonando che si è perdonati, morendo che si risuscita a Vita Eterna.

Sono pronto a morire

Signore Gesù Cristo, non ti avevo detto forse che non mi avrebbero creduto?
Perché dunque mi fai lavorare inutilmente?
Io per te sono pronto a morire e a sostenere il carcere: ma se gli altri non ti vogliono seguire, lasciali andare.

Le grazie

Signore mio Gesù Cristo, due grazie ti priego che tu mi faccia, innanzi che io muoia: la prima che in vita mia io senta nell'anima e nel corpo mio, quanto è possibile, quel dolore che tu, dolce Gesù, sostenesti nell'ora della tua acerbissima passione; la seconda si è che io senta nel cuore mio, quanto è possibile, quello eccessivo amore del quale tu, Figliuolo di Dio eri acceso a sostenere volentieri tanta passione per noi peccatori.

Saluti alla Vergine

Ti saluto Signora, santa Regina, Santissima Madre di Dio, Maria, che sempre sei Vergine.
Eletta dal santissimo Padre celeste, e da Lui, col santissimo Figlio diletto, e con lo Spirito Santo Paraclito, consacrata.
Tu, in cui fu ed è ogni pienezza di grazia e ogni bene.
Ti saluto, suo Palazzo; Ti saluto, sua tenda; Ti saluto, sua Casa; Ti saluto, suo Vestimento; Ti saluto, sua Ancella; Ti saluto, sua Madre.
E saluto, voi tutte sante Virtù, che per grazia e lume, dello Spirito Santo, siete infuse nei cuori dei fedeli, affinché li rendiate, da infedeli, fedeli a Dio.

Santa Madre di Dio

Santa Madre di Dio, dolce e bella, prega per noi il Re, votatosi alla morte, il tuo dolcissimo Figlio, nostro Signore Gesù Cristo, di accordarci, per sua bontà, e per i meriti, della sua santissima incarnazione, e della sua dolorosissima morte, il perdono dei nostri peccati. Amen.


Santa Maria Vergine


Santa Maria Vergine, non vi è alcuna simile a Te, nata nel mondo, fra le donne; Figlia e Ancella dell'altissimo Re, il Padre Celeste; Madre del Santissimo Signore nostro Gesù Cristo; Sposa dello Spirito Santo. 
Prega per noi con San Michele Arcangelo, e con tutte le Virtù dei cieli e con tutti i Santi, presso il tuo santissimo Figlio diletto, nostro Signore e Maestro.

Benedizione di Assisi

Signore, credo che questa città sia stata anticamente rifugio e dimora di malvagi iniqui uomini, malfamati in tutte queste regioni. Ma per la tua copiosa misericordia, nel tempo che piacque a te, vedo che hai mostrato la sovrabbondanza della tua bontà, così che la città è diventata rifugio e soggiorno di quelli che ti conoscono e danno gloria al tuo nome e spandono profumo di vita santa, diretta dottrina e buona fama in tutto il popolo cristiano. 
Io ti prego dunque, o Signore Gesù Cristo, padre della misericordia, di non guardare alla nostra ingratitudine, ma di ricordare solo l'abbondanza della tua bontà, che le hai dimostrato. 
Sia sempre questa città, terra e abitazione di quelli che ti conoscono e glorificano il tuo nome benedetto e glorioso nei secoli dei secoli. Amen.

Cantico di Frate Sole

AItissimo, onnnipotente, bon Signore, tue so le laude, la gloria e l'onore e onne benedizione. 
A te solo, Altissimo, se confano e nullo omo è digno te mentovare. 
Laudato sie, mi Signore, cun tutte le tue creature, spezialmente messer lo frate Sole, lo quale è iorno e allumini noi per lui. 
Ed elIo è bello e radiante cun grande splendore: de te, Altissimo, porta significazione. 
Laudato si, mi Signore, per sora Luna e le Stelle: in cielo l'hai formate dante e preziose e belle. 
Laudato si, mi Signore, per frate Vento, e per Aere e Nubilo e Sereno e onne tempo, per lo quale a le tue creature dai sustentamento. 
Laudato si mi Signore, per sora Aqua, quale molto utile e umile e preziosa e casta. 
Laudato si, mi Signore., per frate Foco, per lo quale enn'allumini la nocte: ed elIo è bello e iocondo e robustoso e forte. 
Laudato si, mi Signore, per sora nostra terra la quale ne sostenta e governa, e produce diversi fructi con coloriti fiori ed erba. 
Laudato si, mi Signore, per quelli che perdonano per lo tuo amore e sostengo infirmitate e tribulazione. 
Beati quelli che'l sosterranno in pace, da te, Altissimo, sirano incoronati. 
Laudato si, mi Signore, per sora nostra Morte corporale, da la quale nullo omo vivente po' scampare. 
Guai a quelli che morranno ne le peccata mortali! 
Beati quelli che troverà ne le tue sanctissime voluntati, ca la morte seconda no li farrà male. 
Laudate e benedicite, mi Signore, rengraziate e serviteli cun grande umiltate.

Fonte: http://orantidistrada.blogspot.it/
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...